MENOPAUSA ED IPOTIROIDISMO

menopausa ed ipotiroidismo

Ogni donna trascorre circa 30 anni della propria vita in menopausa, sperimentando un cambiamento nel proprio stato di salute e nella qualità della vita a causa dei bassi livelli di estrogeni. Alcuni sintomi della menopausa si sovrappongono ai sintomi determinati da una tiroide poco attiva, quali affaticamento, problemi di concentrazione e di memoria, ansia e dolori muscolari. Se l’ipotiroidismo non è adeguatamente trattato durante la menopausa, i sintomi dovuti agli ormoni sessuali bassi e alla tiroide ipofunzionante risultano amplificati.

COS’E’ L’IPOTIROIDISMO

L’ipotiroidismo è una sindrome dovuta ad una insufficiente azione degli ormoni tiroidei a livello dei vari tessuti dell’organismo e tale condizione avviene molto spesso quando le cellule della tiroide non producono una quantità sufficiente di ormoni tiroidei (T3 e T4). La diminuita azione degli ormoni tiroidei determina uno squilibrio generale nell’intero organismo, con un rallentamento del metabolismo e l’insorgenza di sintomi e complicanze anche gravi per la salute. L’ipotiroidismo è una condizione che, nella sua fase precoce, raramente causa una sintomatologia evidente ma che, qualora si protragga nel tempo, può determinare l’insorgenza di seri problemi di salute, soprattutto nel caso delle donne in menopausa a causa della diminuzione degli ormoni sessuali femminili, ovvero gli estrogeni.

IPOTIROISIMO E MENOPAUSA A CONFRONTO

I sintomi dell’ipotiroidismo possono includere:

  • vampate di calore
  • sudorazione notturna
  • minzione frequente
  • cambiamenti nelle mestruazioni o nella libido
  • secchezza vaginale
  • difficoltà a dormire
  • umore
  • dimenticanze
  • cambiamenti di peso

Analogamente i sintomi della menopausa possono includere:

  • intolleranza al freddo
  • pelle secca
  • costipazione
  • cambiamenti nel ciclo mestruale o nella libido
  • umore
  • dimenticanze o depressione
  • cambiamenti di peso

La peri-menopausa è tipicamente associata a cicli irregolari e/o mancati, mentre la menopausa, per definizione, è la cessazione completa del ciclo mestruale. L’ipotiroidismo può causare un aumento o una diminuzione del sanguinamento e/o della frequenza dei cicli mestruali, mentre non impatta sul ciclo in menopausa, non essendo esso presente.

L’ipotiroidismo può amplificare o peggiorare i sintomi della menopausa. Alcuni studi hanno dimostrato che le donne che soffrono di ipotiroidismo e presentano una menopausa grave hanno sperimentato un miglioramento dei sintomi dopo essere state trattate farmacologicamente per il disturbo della tiroide; questo suggerisce che trattare i disturbi della tiroide può aiutare a gestire i sintomi della menopausa e che quindi tali sintomi tra loro sono connessi.

I disturbi della tiroide possono anche aumentare il rischio di complicanze a lungo termine della menopausa, tra cui ad esempio l’osteoporosi (o perdita di densità ossea), poiché l’ipotiroidismo riduce la capacità dell’osso di mantenersi resistente nel tempo; un’altra complicanza comune della menopausa è l’aumento del rischio di malattie cardiovascolari, per il venir meno del ruolo protettivo degli estrogeni ed analogamente bassi livelli di ormoni tiroidei aumentano il rischio di disturbi cardiaci.

L’IMPATTO SUL PESO CORPOREO E LO STILE DI VITA

Molto frequentemente durante la peri-menopausa e la menopausa le donne si sentono affaticate, con poca energia e la stessa identica cosa avviene in una condizione di ipotiroidismo. La maggior parte delle donne sperimenta un aumento di peso durante la peri-menopausa con una stabilizzazione del peso dopo la menopausa ed analogamente l’ipotiroidismo spesso determina un aumento del peso corporeo.

E’ quindi necessario, oltre ad effettuare i controlli necessari ed assumere i farmaci se necessario, adottare una dieta volta al controllo del peso corporeo e al miglioramento del rapporto tra massa grassa e massa magra. In questo senso la dieta chetogenica soddisfa entrambe le necessità, determinando un miglioramento della sintomatologia sia relativa alla menopausa sia al concomitante ipotiroidismo.

References

[1]: Uygur MM, Yoldemir T, Yavuz DG. Thyroid disease in the perimenopause and postmenopause period. Climacteric. 2018 Dec;21(6):542-548. doi: 10.1080/13697137.2018.1514004. Epub 2018 Oct 8. PMID: 30296186.

[2]: Gietka-Czernel M. The thyroid gland in postmenopausal women: physiology and diseases. Prz Menopauzalny. 2017 Jun;16(2):33-37. doi: 10.5114/pm.2017.68588. Epub 2017 Jun 30. PMID: 28721126; PMCID: PMC5509968.

[3]: del Ghianda S, Tonacchera M, Vitti P. Thyroid and menopause. Climacteric. 2014 Jun;17(3):225-34. doi: 10.3109/13697137.2013.838554. Epub 2013 Nov 7. PMID: 23998691.

[4]: Badawy A, State O, Sherief S. Can thyroid dysfunction explicate severe menopausal symptoms? J Obstet Gynaecol. 2007 Jul;27(5):503-5. doi: 10.1080/01443610701405812. PMID: 17701801.

[5]: Tuchendler, D., Bolanowski, M. The influence of thyroid dysfunction on bone metabolism. Thyroid Res 7, 12 (2014). https://doi.org/10.1186/s13044-014-0012-0

[6]: Biondi B, Klein I. Hypothyroidism as a risk factor for cardiovascular disease. Endocrine. 2004 Jun;24(1):1-13. doi: 10.1385/ENDO:24:1:001. PMID: 15249698.

Condividi l'articolo!

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su twitter
Condividi su email
logo

Scarica Ora la Tua Guida Ufficiale della Dieta Chetogenica!

Inserisci la Tua Email per ricevere subito la Guida!