allattamento

La dieta chetogenica o keto diet è un’alimentazione povera di carboidrati che ha lo scopo primario di perdere velocemente peso, basandosi sul principio biochimico chiamato chetosi. La dieta chetogenica è un regime alimentare ad alto contenuto di grassi, normoproteica e a basso contenuto di carboidrati. La drastica riduzione dei carboidrati ha l’obiettivo di spingere l’organismo ad utilizzare i grassi come fonte di energia, favorendo la perdita di peso.  Questa tipologia di dieta si fonda su un diverso bilanciamento dei macronutrienti che vengono assunti quotidianamente: grazie ad una riduzione netta dei carboidrati, infatti, in unione ad un adeguato consumo di proteine e grassi, il nostro corpo è costretto a bruciare i lipidi, al posto dello zucchero.   Ma com’è nato questo particolare regime alimentare? La dieta chetogenica è nata come piano alimentare finalizzato a ridurre le crisi epilettiche di pazienti che non rispondevano correttamente ai farmaci prescritti, in particolare nei bambini. È stato osservato, infatti, che questa tipologia di dieta contribuisce a ridurre le convulsioni nei soggetti che soffrono di epilessia. Tuttavia, a partire dagli anni Sessanta, il regime fondato sui chetoni, ha cominciato ad essere utilizzato per il trattamento della massa grassa e per i casi di obesità, affermandosi sempre più come dieta per perdere peso.

Caratteristiche dieta chetogenica: per chi è adatta?

La dieta chetogenica prevede la riduzione drastica di carboidrati, contemporaneamente ad un aumento di proteine e grassi, per sfruttare il meccanismo biochimico della chetosi. Questo regime alimentare è sconsigliato durante la gravidanza e l’allattamento e a chi ha valori di acido urico alti nel sangue,  per chi ha diabete di tipo 1, per chi ha patologie molto gravi a livello renale , per chi ha fibrillazione e per chi ha avuto episodi di infarto ed ischemia nell’ultimo anno. – tolti questi soggetti – può essere seguito da tutte le persone sane. Infatti, nonostante molti guardino con diffidenza alla dieta chetogenica con il timore che i chetoni presenti nel sangue possano avere conseguenze negative sulla salute, questo regime dietetico prevede concentrazioni di corpi chetonici molto basse e del tutto innocue da un punto di vista del benessere fisico.  Sempre in accordo con un nutrizionista o specialista del settore, la dieta chetogenica, infatti, risulta ideale per chi è in sovrappeso e desidera perdere velocemente perché:

  1. I corpi chetonici diminuiscono l’appetito, rendendo più gestibile il senso di fame causato dalla dieta
  2. I corpi chetonici in eccesso possono essere facilmente espulsi tramite le urine
  3. Il processo di chetosi porta il metabolismo del soggetto ad un consumo maggiore di grassi, favorendo il dimagrimento

Come funziona la dieta chetogenica?

Come affermato in precedenza, la dieta chetogenica è un regime alimentare a bassissimo contenuto di carboidrati e ad alto contenuto di grassi e proteine.  Com’è noto, i carboidrati e lo zucchero sono la fonte di energia principale utilizzata da parte delle cellule per svolgere le attività quotidiane. Tuttavia, se questa energia viene a mancare – come nel caso del regime chetogenico – il corpo deve trovare un sostituto come fonte di energia, ovvero i grassi. Dopo circa un paio di giorni di dieta con 20-50 grammi di carboidrati al giorno, questo processo, chiamato chetosi, porta alla formazione dei corpi chetonici, andando a bruciare i grassi di “scorta”, al posto di carboidrati e zuccheri.  Occorrono circa tre – quattro giorni per entrare in stato di chetosi ed è molto importante non prendersi libertà dal piano alimentare elaborato, altrimenti si esce dallo stato di chetosi ed è necessario ricominciare il processo da capo. Se si seguono correttamente le indicazioni, il risultato è una significativa perdita di peso in un periodo di tempo molto limitato e in zone localizzate quali l’addome, i glutei, i fianchi, in un rimodellamento completo della propria silhouette. Non solo: questo regime dietetico ha anche la funzione di limitare il gonfiore addominale e di aumentare l’energia nonché migliorare l’umore, grazie all’energia fornita dai corpi chetonici. 

Il protocollo della dieta chetogenica

Per motivi di sicurezza ed efficacia, è fondamentale essere seguiti da un nutrizionista e specialista esperto del settore, sia nella fase iniziale che post dieta. La riduzione drastica dei carboidrati, infatti, non è a tempo indeterminato, ma devono essere reintegrati non appena si raggiunge il peso forma desiderato.  La dieta chetogenica prevedere un protocollo ben preciso che comprende:

  1. Fase di dimagrimento detta chetogenica
  2. Fase di transizione ovvero di stabilizzazione del peso 
  3. Fase finale che ha l’obiettivo di mantenere il peso forma grazie ad un piano di alimentazione personalizzato

Nonostante, le specifiche della dieta chetogenica variano a seconda delle caratteristiche del singolo e degli obiettivi da raggiungere, è possibile suddividere il regime chetogenico in tre gruppi principali sulla base della ripartizione energetica:

  • Dieta chetogenica standard (SKD – Standard Ketogenic Diet): si tratta del versione più “severa”, ma anche più diffusa e consiste nell’ottenere le calorie il 75% dai grassi, il 5% dai carboidrati e il 20% dalle proteine;
  • Dieta chetogenica modificata (MKD – Modified Ketogenic Diet): in questo caso il programma prevedere una riduzione dei carboidrati quotidiani pari al 30%, mentre grassi e proteine occupano il 40% e 30% del totale delle calorie quotidiane;
  • Dieta chetogenica ad alto contenuto proteico (HPKD – High Protein Keto Diet): si tratta del programma seguito principalmente da coloro che vogliono perdere massa grassa, preservando quella muscolare. Per questo motivo, la quota di proteine è pari al 30%, di grassi al 65% e i carboidrati al 5%.

Alimenti dieta chetogenica: cosa mangiare

L’efficacia della dieta chetogenica si basa sulla scelta di alimenti che non contengono carboidrati e sull’eliminazione totale, o quasi, di cibi che, invece, ne sono ricchi. Nonostante ci siano diversi tipi di dieta chetogenica che variano a seconda delle specifiche esigenze del singolo, la maggior parte prevede un apporto di glucidi quasi nullo – proveniente esclusivamente dagli zuccheri presenti nelle verdure e nella frutta, mentre l’apporto di lipidi deriva da olio extravergine di oliva, frutta secca, semi di lino e chia e di proteine da carne, pesce e uova.  In particolare gli alimenti consigliati in grande quantità sono:

  • Carne, uova e pesce
  • Formaggi
  • Grassi e oli da condimento
  • Ortaggi e verdure come: insalata, broccoli, zucchine, spinaci, cardi, cavolfiori, finocchi, fiori di zucca, radicchio, sedano, ravanelli, cime di rapa, coste

fame improvvisa Le pietanze che è consigliato mangiare in maniera moderata sono:

  • Verdure come: pomodori, zucca, carciofi, fagiolini, melanzane, peperoni verdi rossi e gialli, asparagi, porri e cipolle

Infine, si segnalano i prodotti assolutamente da evitare:

  • Pane
  • Grissini e cracker
  • Pasta
  • Dolci
  • Alcolici
  • Bevande con zuccheri nascosti come i succhi di frutta

dieta pre-intervento

Perché sta diventando sempre più popolare?

La chetogenica è sempre più popolare e se ne sente parlare sempre più spesso? Hai sentito dire che si può dimagrire facilmente e anche in breve tempo?

Ebbene è proprio così. Attraverso la dieta chetogenica è possibile non solo dimagrire molto in fretta, infatti è un regime alimentare che viene assegnato ai grandi obesi proprio per la sua caratteristica di far perdere peso con estrema facilità, ma ha anche l’eccellente qualità di far perdere esclusivamente il grasso corporeo.

Ecco perché sono sempre di più le persone e soprattutto anche vip che adottano questa tipologia di dieta alimentare.

Come si induce lo stato di chetosi?

Partiamo dal nome, chetogenetica. Si intende un regime dietetico in grado di indurre l’organismo in uno stato cronico definito di chetosi, ovvero una condizione metabolica nel quale vengono prodotti corpi chetonici. (normalemte già presenti nel sangue, ma in quantità trascurabile) che di fatto si nutrono dei lipidi presenti all’interno delle cellule lipidiche.

Capirai quindi cosa accade dal momento in cui questa dieta viene prolungata nel tempo, non solo si dimagrisce e si perde peso, ma ciò che si perde è il grasso localizzato. Sembra un sogno vero!?

Ok, abbiamo detto che una volta che il nostro organismo entra nello stato di chetosi inizia a consumare esclusivamente grassi, ma come ci si arriva allo stato di chetosi?

Ci sono 2 + 1 metodi principalmente. Uno più lungo e complesso e uno più facile. Ho inserito il “+1” perché il terzo modo, per così dire, che permette di raggiungere lo stato di chetosi è il digiuno.

Iniziamo a vedere il metodo più lungo, ovvero con l’alimentazione.

Metodo 1 – l’alimentazione

La dieta chetogenica si basa principalmente sull’introduzione quasi esclusiva di alimenti proteici e/o grassi. Se ne possono trovare diverse versione, ovvero la standard, ciclica, intermittente e ad alto contenuto proteico, che si diversificano principalmente sulla percentuale di assunzione dei macronutrienti.

Potrai ben immaginare però come questa “versione” della dieta alimentare possa risultare difficile e complessa da seguire, soprattutto quando si presentano eventi di vita mondana come cene fuori, aperitivi ecc… anche perché si tratta di un regime per il quale non ci si può permettere sgarri altrimenti verrebbero vanificati gli sforza fatti precedentemente per raggiungere lo stato di chetosi.

Come detto prima però vi è un secondo metodo, che appare come la rivoluzione del momento e quello di cui tutti sono alla ricerca.

Metodo 2 – il più semplice

Se ne parla sempre di più, ed è sulla bocca di tutti come se fosse il santo Graal del dimagrimento. In poche parole è possibile trovare in commercio dei prodotti nel quale al loro interno si trovano direttamente i chetoni da poter introdurre nell’organismo.

Qual è il vantaggio? Questo permette non solo di non dover seguire la dieta in maniera ferrea, ma non si dovrà impazzire a contare le calorie e le percentuali dei macronutrienti e il corpo entrerà sin da subito nello stato di chetosi senza dover aspettare il periodo fisiologico che aspetteresti invece facendo la dieta alimentare prestabilita.

Questo significa che inizierai da SUBITO a perdere peso e da subito inizierai ad eliminare il grasso localizzato che pensavi di non riuscire ad eliminare se non con costosi trattamenti estetici o faticosi allenamenti in palestra.

Ora capisci la dieta chetogenica perché è popolare? 🙂

Dove reperire i chetoni?

Ora ti starai chiedendo dove è possibile reperire i chetoni. Bè devi sapere che è estremamente importante non iniziare con il fai date, ecco perché ho ideato il metodo Shape yourself, dove potrai avvalerti della mia esperienza unita agli studi di uno specialista che solamente dopo un approfondita analisi ti consiglieremo la sera da migliore per te.

Ti è piaciuto l’articolo dieta chetogenica è popolare? Per farti provare il mio metodo ora puoi richiedere una consulenza gratuita dove ti spiegherò di cosa si tratta e inizierò a capire che cosa fa al caso tuo.

Dieta chetogenica: pro e contro

La dieta chetogenica deve la sua efficacia al fatto che bassi livelli di glucosio spingono l’organismo a ricavare l’energia, non più dai carboidrati, ma dalle proteine e dai grassi. Inoltre, questi livelli di zucchero al minimo hanno il ruolo di mantenere costante le concentrazioni di insulina – l’ormone che ha il controllo del glucosio – riducendo così l’accumulo di grasso.  Come in ogni dieta, anche nel regime chetogenico esistono pro e contro da prendere in considerazione:

  • Pro: come già affermato in precedenza, in assenza di zuccheri l’organismo è costretto a consumare più calorie per trasformare grassi e proteine in glucosio. Al tempo stesso, è fortemente stimolata la produzione di ormoni che spingono allo smaltimento dei grassi, riducendo l’appetito. Per questo motivo, è una dieta altamente consigliata per tutti coloro che desiderano perdere peso in maniera rapida ed efficace, mantenendo successivamente il peso forma raggiunto.
  • Contro: nonostante la dieta chetogenica non comporti un aumento eccessivo dei corpi chetonici, è utile mettere in luce che la presenza di queste molecole in grandi quantità è considerata dannosa per l’organismo. Tuttavia, le piccole quantità di corpi chetonici prodotti dalla dieta vengono facilmente smaltite da reni e polmoni, senza comportare conseguenze negative a livello di metabolismo.

Dieta chetogenica: considerazioni finali

Sei stufo di mangiare cibo costoso e insapore, ma non sei ancora riuscito a decidere se intraprendere questo percorso di dimagrimento?  Shape YourSelf è il primo programma alimentare di dieta chetogenica, studiato ad hoc sulle esigenze e caratteristiche personali di ciascuno e che, già a partire dai primi 10 giorni, ti permetterà di bruciare grassi e perdere peso con facilità grazia all’introduzione diretta dei chetoni. Ciò è possibile grazie ad un team di dietisti e nutrizionisti altamente competenti e specializzati che, in unione alla nostra esperienza e competenza, ci permettono di fornire un piano strutturato di dimagrimento, adatto a tutti.

Richiedi una consulenza!

contatti-shape-your-self  

 

Fonti: https://www.melarossa.it/dieta/dimagrire/dieta-chetogenica/ https://www.ilsole24ore.com/art/dieta-chetogenica-chi-e-consigliata-e-come-farla-AEYRS8IH https://www.tuttogreen.it/dieta-chetogenica-keto-diet/ https://www.cibo360.it/alimentazione/dietologia/diete/dieta_chetogenica.htm#chi

Post comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Go top